Alfano svela il simbolo, quadrato, del Nuovo Centrodestra.


Sono passate diverse settimane dal 15 novembre scorso quando, annunciando di non partecipare al consiglio nazionale del Popolo della Libertà, il vice premier Angelino Alfano sanciva di fatto la nascita di una nuova compagine partitica e parlamentare.

I gruppi autonomi del “Nuovo Centrodestra” nascevano quindi alla Camera e al Senato, potendo contare rispettivamente su 30 deputati e 29 senatori e raccogliendo adesioni tra coloro che non hanno voluto aderire alla Forza Italia degli anni 2010, nei consigli comunali, regionali e al parlamento europeo.

Il simbolo presentato a Roma da Alfano risulta molto innovativo, innanzitutto per la forma che non è quella di un comune cerchio, ma quadrata (in Italia tra i partiti maggiori solo il Psi di Nencini ha optato da diversi anni per la stessa scelta ndr).
Il logo è diviso a sua volta in quattro riquadri, con la dicitura “NCD” presente in quelli superiori e con le prime due lettere a sinistra su sfondo blu e la terza a destra su sfondo bianco. Il nome “Nuovo Centro Destra” compare invece nel quadrante in basso a destra, sempre su sfondo bianco.

“Il blu dà forza, è la forza del mare, è il colore del cielo, della serenità, di chi ha la forza e la voglia di combattere e lottare: il colore che serve all’Italia” spiega Angelino Alfano. “Il quadrato rapprensenta invece il principio di uguaglianza come i quattro lati del quadrato” conclude poi l’ex ministro della Giustizia spiegando le ragioni dell’inusuale scelta.

Il nome del nuovo partito alla fine è rimasto quello iniziale, seppur diversi addetti ai lavori sostengano che sia elettoralmente poco appealing, e l’ex numero due di Futuro e Libertà per l’Italia, Italo Bocchino – ora responsabile delle relazioni esterne del gruppo dell’imprenditore Romeo – ha recentemente donato ad Alfano il marchio registrato nel 2011.

La decisione grafica della compagine governativa sembra volersi richiamare al contesto tedesco, dove sia la Spd che soprattutto il partito del cancelliere Merkel, la Cdu membro come il Ncd del Partito Popolare Europeo, danno grande risalto alle lettere della propria sigla.
Risulta particolare la scelta di isolare la terza lettera dalle altre due, conferendo di fatto maggiore risalto alle prime due iniziali legate ai concetti di novità e, a discapito della D di destra, di centro. Da valutare anche la frammentazione del termine “centrodestra” che, al contrario del simbolo, va invece scritto per intero.

Presentato il simbolo, “la nuova casa dei moderati” ha deciso di utilizzare il dominio www.ilnuovocentrodestra.it per il sito internet, dove per ora compaiono però le sole informazioni logistiche per la convention nazionale che si svolgerà sabato 7 dicembre p.v.
Di sicura rottura con la galassia dei falchi berlusconiani, il Ncd si è confermato una novità anche sul fronte grafico e i sondaggi per ora lo danno intorno agli 8 punti in percentuale: il primo appuntamento elettorale sarà quello delle elezioni europee e lì si potrà riscontrare il possibile impatto anche del nuovo simbolo