Storace e La Destra #duemilacredici per Lazio e Italia


Nelle elezioni politiche di febbraio 2013, il gradino più basso del podio per la coalizione di centrodestra, dopo Pdl e Lega Nord, se lo contenderanno Fratelli d’Italia (di cui abbiamo già parlato in questa rubrica. ndr) e La Destra di Francesco Storace. L’ex Ministro della Salute sotto il Governo Berlusconi III sarà anche candidato governatore per la Regione Lazio.

La Destra, nata da una scissione da Alleanza Nazionale nel luglio 2007, ha come obiettivo quello di entrare per la prima volta in parlamento. Alle politiche 2008 la lista si era infatti presentata da sola, candidando premier l’ex sottosegretario Daniela Santanchè, ma non aveva raggiunto la soglia minima del 4% per la Camera e dell’8% per il Senato. Il simbolo è rimasto lo stesso sin dalla fondazione e presenta il chiaro riferimento al Movimeno Sociale Italiano sia nella fiamma che nella bandiera tricolore presente sotto alla dicitura del partito. Per le competizioni elettorali viene aggiunto il nome del leader Storace poco sotto quello del movimento, riducendo lo spazio della bandiera.

La comunicazione politica, soprattutto per la parte digitale, è affidata da tempo a Luigi Crespi, spin doctor e sondaggista del famoso “contratto con gli italiani” fatto firmare a Berlusconi nel 2001. Crespi, che cura anche la comunicazione del sindaco romano Alemanno, ha realizzato per Storace anche l’inno de La Destra e l’app dell’organo ufficiale del movimento, il Giornale d’Italia. Com’è sempre stato nella tradizione missina e post-missina, viene data molta rilevanza alla figura del leader. Nei manifesti è presente il sito personale di Storace, www.storace.it, che rimanda però direttamente al sito internet www.ladestra.com. Il portale è molto dinamico e spazia da video, sondaggi, news dal territorio, area download, gadgets e “Bibliodestra”.

Anche sui social network è maggiore l’importanza di Storace rispetto al partito: i social media utilizzati sono Facebook e Twitter con Google plus per La Destra e Youtube per Storace. Gli account personali dell’ex presidente del Lazio, che si impegna a “rispondere a tutti” personalmente, hanno più seguito di quelli del partito che su Facebook si chiama “La Destra Info” e su Twitter “La Destra News”. L’headline utilizzato sia per le politiche che per le regionali è “Ora Credici”, con gli slogan connotati da poche parole, forti e molto incisive. I colori dei manifesti sono invece l’azzurro e il giallo (colori cari anche agli amministratori locali di An prima e Fratelli d’Italia ora). Originale la creazione dell’ hashtag #duemilacredici, utilizzato soprattutto per la Regione Lazio e dal sito www.storacepresidente.it.

Storace non ha mai sostenuto il Governo Monti, “Più forti dei poteri forti” un altro claim molto chiaro su cosa La Destra pensi dell’ex premier, e punta ad essere l’ala destra della coalizione che propone Berlusconi premier: sarà più facile entrare in parlamento o venir eletto una seconda volta governatore del Lazio?